consigli

10 motivi per cui i piatti fatti in casa sono migliori

10 motivi fatto in casa migliore

Spesso si crede che per mangiare piatti di alta qualità, gustosi e raffinati sia necessario uscire fuori di casa, cercandoli in ristoranti alla moda, trattorie chic o locali di nicchia. Qui vogliamo confutare questa convinzione elencando i motivi per cui un piatto fatto in casa, mangiato in un ambiente familiare, non abbia nulla da invidiare a nessun altro luogo anzi, sia di gran lunga preferibile a qualsiasi altra tipologia di pietanza.

  1. Completa dedizione ad un solo pasto

Non dovendo soddisfare richieste di tavoli o di ordinazioni incalzanti, possiamo dedicarci alla preparazione di un solo pasto, per le persone che abbiamo preventivato e, come un artigiano meticoloso, dedicarci completamente alla realizzazione di piatti come fossero un’opera d’arte.

  1. Tempi di cottura ideali

Nessuna fretta o necessità di soddisfare richieste impellenti. I tempi di cottura sono quelli adatti, necessari, senza bisogno di precotture e alchimie varie. Ogni piatto ha il tempo che necessita per diventare perfetto.

  1. Cura e ricerca dei prodotti migliori

Per preparare le ricette si possono cercare e trovare gli ingredienti di alta qualità. Essendo preparati da chi cucina per se stesso o per i propri cari si cercano i migliori, i più adatti, i più gustosi.

  1. Nutrirsi di cibo ma anche di cultura

Nelle pietanze di casa possiamo trovare i sapori della tradizione, quelli autentici, veri, ma ci si imbatte soprattutto nei modi, nelle pratiche di preparazione, nella storia e nei valori che definiscono la comunità che li prepara. Mangiare cibo e nutrirsi di cultura non è provare piatti dai nomi esotici, è poter consumare una ricetta preparata da chi, di quella, ne conosce il senso profondo.

nonna-nipote-cucinare

  1. Poter conservare il cibo

Ad ogni pasto può capitare che avanzino delle porzioni. Stando a casa possiamo conservarli e mangiarli in un secondo momento, contribuendo a risparmiare e gestire il cibo in maniera corretta, ecologica e senza sprechi.

  1. Senso di appartenenza

Mangiare piatti preparati secondo le tradizioni di una comunità consente di entrare, per un attimo, a far parte di un gruppo, di un luogo, in cui il momento della consumazione del pasto rappresenta l’ora dell’aggregazione. Scoprire, così, di poterne far parte anche noi, poter condividere una parte di quella società, facendoci sentire meno soli e membri di un gruppo.

  1. Fanno rivivere i ricordi

I piatti preparati in ambiente domestico portano con sé la memoria di chi gli ha preparati per la prima volta. Poter assaporare un piatto come lo facevano le nostre nonne o mamme, che ci riempivano di continuo il piatto con le loro specialità perché “non mangi mai abbastanza!”, aggiunge un gusto in più, il sapore di tempi passati, della nostra infanzia, in cui guardavamo tutto con stupore e sorpresa.

  1. Partecipazione

La preparazione di un piatto permette sempre ai membri del gruppo di avere un ruolo, un compito. Chi prepara, chi aiuta, chi sistema, ci serve, chi si dedica al vino, ognuno ha il suo posto nel gruppo, nessuno è escluso.

famiglia-cucinare

  1. Poter mangiare in un ambiente familiare

Nessun luogo come la propria casa dà un senso di protezione e ci fa sentire a nostro agio. Esserci, insieme ai nostri cari, familiari, amici, in tranquillità e serenità ci fa gustare tutto con più intensità, con la giusta attenzione.

  1. Si risparmia

Indubbiamente il lato economico è un aspetto fondamentale. I piatti fatti in casa sono più economici dovendo considerare nella definizione del prezzo solo i costi relativi alla materia prima e al lavoro del cuoco, senza costi aggiuntivi di personale o locali.