salute

Sicurezza alimentare: l’etichetta digitale nei piatti fatti in casa

mela con etichetta

Sempre più spesso sentiamo parlare di inquinamento ambientale, sofisticazione alimentare, e manipolazione dei cibi.  La salute delle persone è messa seriamente a rischio da quello che mangiamo. Per questo Ucooki ha deciso di introdurre l’etichetta digitale nei suoi piatti fatti in casa.

Ha deciso di fare qualcosa per cambiare perchè non bastano più le assicurazioni forniteci dalle grandi industrie agroalimentari. Per garantire informazione e trasparenza su ciò che mangiamo, anche ordinando da asporto, ha introdotto l’ Etichetta Digitale in tutti i piatti proposti dai cuochi casalinghi.

Con questo progetto vuol creare la prima “filiera trasparente” dei piatti da asporto

Ciascun cuoco deve indicare tutti gli ingredienti utilizzati nei suoi piatti e, se usa prodotti tipici, a km0  e bio. anche il nome dell’azienda agricola da cui lo ha acquistati.

Ucooki garantisce ancor più la sicurezza alimentare dei propri clienti, dando certezze circa la composizione dei piatti che si acquistano.

Basta un marchio per darci garanzia?

Supermarket Shopping Groceries Nutrition Label Women Label Healthy Eating

Se vogliamo conoscere la vita e il percorso fatto da un prodotto alimentare industriale o della grande distribuzione, dalla sua nascita fino alla nostra tavola, dobbiamo fare affidamento necessariamente alla etichetta impressa sulla confezione. Su di essa è riportata la così detta “filiera”, cioè una serie di informazioni utili per conoscere la catena di passaggi che l’alimento acquistato ha subito: il luogo di provenienza, di lavorazione, di distribuzione e le qualità organolettiche. Di norma le indicazioni sono molto generiche, a volte neppure presenti, per certo sempre più scarne di dati. Per evitare che il cliente sappia troppo e si rifiuti di acquistare?

Allo stesso modo sul mercato si diffondono in maniera virale prodotti che riportano vari e variegati marchi di qualità, certificazioni d’origine protetta, denominazioni geografiche e chi più ne ha più ne metta. Ma siamo veramente sicuri che basti un marchio a certificare l’autenticità di una lavorazione? Che vengano seguite le buone pratiche di preparazione dei cibi? Siamo sicuri che quello che mettiamo nel piatto abbia tutto ciò che ci viene promesso?

L’etichetta digitale per una vera filiera trasparente

Dall’ascolto delle aziende del territorio, gli agricoltori, i piccoli allevatori, e tutti i professionisti attivi in una specifica realtà,  risulta evidente come le buone pratiche agroalimentari non siano la priorità per la grande distribuzione, tutt’altro. Pur di sfoggiare un marchio a livello industriale si altera quella che è la tradizione o le proprietà di un alimento.

ritratto contadini felici

Per tutto questo Ucooki ha deciso di attivare la sua “filiera trasparente” e tracciare il proprio home food. Questo è un valido strumento per poter scegliere autonomamente, in maniera informata e consapevole. Sopratutto in un settore, quello del delivery food che pecca di trasparenza.

Con Ucooki è la comunità di abitanti della nostra stessa città che ci informa e ci indirizza su ciò che è degno di fiducia siamo più sicuri. In questo modo conosciamo meglio un territorio, le sue eccellenze, i luoghi di produzione e le persone che ci lavorano.

Dunque leggiamo l’etichetta! E contribuiamo tutti a disegnare un nuovo modo di mangiare, consapevole e sano.

 

etichetta